NAPOLI-ASCOLI 1-0 d.t.s

Ci troviamo a fare la seconda trasferta in 4 giorni, non male per chi abituato a farne una ogni 15 giorni. Siamo una trentina (tra diffidati e lavoratori assenti) alla partenza col pullman organizzato in fretta e furia, dal solito piazzale dello stadio.

Dal punto di vista Ultras la trasferta parecchio stimolante. Vedere all'opera due ottime curve nello stesso stadio non cosa da tutti i giorni. Il viaggio d'andata scorre via tranquillo senza grossi problemi. Arrivati a Napoli troviamo una pattuglia ad aspettarci che ci accompagna fin dentro al settore ospiti senza nessun inconveniente del caso.
Facciamo l'ingresso nel nostro settore al grido di "NOI SIAMO L'ASCOLI CALCIO" e subito bordate di fischi contro di noi, specie dalla Curva A. Appendiamo le 5/6 pezze che abbiamo deciso di portare. ASCOLI PICENO ULTRAS l'unico gruppo riconoscibile sugli spalti del settore ospiti,
Trovare lo spazio per farsi sentire veramente arduo con 2 curve che si alternano a cantare e non lasciano spazi. Tuttavia riusciamo a sostenere i bianconeri fregandocene del resto, alternando qualche coro per i diffidati. Le Curve Napoletane si esprimono ad altissimo livello, cantando spessissimo contro calcio moderno e repressione, nonostante parte della B(sopra 1926) sia forzatamente vuota. Nel primo tempo un paio di cori contro di noi solo da parte della curva A, rimandati al mittente.

Nel secondo tempo i supporters Napoletani calano notevolmente, nonostante ci la Curva B espone un grandissimo striscione contro di noi: ASCOLANO, AD OGNI SCONTRO SCAPPI ALLA DIGOS PER IL RISCONTRO, MA QUALE ULTRAS, DACCI RETTA, SEI PIU' INFAME DI TOMMASO BUSCETTA. Come al solito tutta la curva che paga per gli episodi di qualche singolo. Sentirsi fare la morale Ultras dai Napoletani.... Siamo alle favole!

Fino alla fine della partita un susseguirsi di insulti tra noi e loro. Ai tempi supplementari il sostegno azzurro non affatto continuo, ci si limita a qualche battimandi di tanto in tanto. Solo dopo il gol di Pi riesplode il San Paolo. L'Ascoli torna a casa dopo una strenua lotta con gli avversari, fatta anche di colpi proibiti e spintoni al fair-play.

Ci vogliono diversi minuti prima che ci facciano uscire, saliamo a bordo del pullman. Al primo incrocio si accosta qualche motorino che se la d a gambe vedendo il cellulare della polizia aprire le portiere. Per il resto niente da segnalare se non i soliti sfott tra finestrini.

ONORE AI PRESENTI!

DIFFIDATI CON NOI!

Home --> Tiforeport --> 2006/07 --> Napoli-Ascoli