ASCOLI-LIVORNO 0-2

Attesa partita sul fronte delle curve, la ormai acerrima rivalità tra le tifoserie, per via di risultati calcistici, atteggiamenti spavaldi e irrispettosi, politica opposta crea un clima particolare ogni volta che Ascoli e Livorno si affrontano.

Come al solito la SUD propone i soliti 10 minuti di tifo di altri tempi per poi spegnersi man mano che la squadra delude le aspettative. Gli unici a non mollare sono come al solito gli Ultras di casa che a suon di cori e insulti (anche pesanti!) tentano di tenere alta la tensione di una gara che sul campo ha già detto tutto.

I Livornesi si confermano per quello che hanno dimostrato in tutte le loro gare, arrivano in 150 (... ma almeno arrivano...) e si piazzano sotto nel tentativo di creare qualche rimbombo tra il cemento (tentativo fallito, mai sentiti). Striscioni veri e propri non se ne vedono, ma qualche pezza figura in Curva Nord.

Per la nostra curva è la partita dell'ironia: striscioni simpatici vengono esposti a più riprese! Ma anche la partita del ricordo. La città e tutti quanti hanno dimenticato RENO FILIPPINI, a 16 anni dalla sua scomparsa solo gli ULTRAS col loro annuale striscione tentano di riaccendere la fiammella del ricordo in una città che ha voluto dimenticare chi per la maglia dell'Ascoli ha dato la vita.

"GLI ANNI PASSANO... IL TUO RICORDO RESTA! RENO VIVE" AP ULTRAS con applausi ipocriti di tutto lo stadio (meno la Nord).

Dicevamo della partita dell'ironia, giocata sulle scarse presenze (?) dei Livornesi in territorio Piceno. Lo striscione più simpatico è il cartaceo "COME MAI DA QUESTE PARTI?", simpatica trovata che rende bene l'idea. Altro striscione esposto è quello in risposta agli Amaranto (LANCI OGGETTI, CARICHI SUL MARE... DI PIU' NON SAI FARE?) "A CASA TUA LANCIO GLI OGGETTI E CARICO SUL MARE... DI PIU' CHE DEVO FARE?".

Un ultimo pezzo di carta è veramente tagliente: "PER FAN'S E SUPERTIFO GRANDI SCONTRISTI, MA IN ASCOLI QUESTI BANDITI CHI L'HA MAI VISTI?".  Tutti gli striscioni portavano la firma AP ULTRAS.

Inutile ricordare gli innumerevoli cori politici e d'insulto. Piuttosto meglio soffermarsi su quello che riguarda il rapporto stadio-società: i tifosi esasperati cominciano a contestare Benigni, vengono tolti gli striscioni e un picchetto sotto la tribuna volto a saggiare il temperamento del presidente si presenta a fine gara.

E' ORA DI TIRARE FUORI LE PALLE (OLTRE AI SOLDI)

DIFFIDATI CON NOI!

Home --> Tiforeport --> 2006/07 --> Ascoli-Livorno