ASCOLI-LAZIO 1-4

E' il giorno della festa! Tutto pronto per 90 minuti di caos generale, tra birre, sciarpe e bandiere. L'incontro in settimana con i giocatori ha rasserenato il clima! L'inizio della Sud travolgente, cori a iosa, potenti battimani a tutta curva e un'ottima sciarpata all'ingresso. Il tutto corredato da una buona dose di fumogeni e fiaccole (visti i tempi).

Di fronte a noi 3000 politicizzatissimi Laziali, celtiche e cori del ventennio, insulti a Lotito, striscioni e una quindicina di bombe carta. Cantano parecchio e li sentiamo distintamente per molte volte.

D'altra parte la Sud scende vistosamente col passare dei minuti, parecchi silenzi, soprattutto nel secondo tempo, complice il risultato e una prova inconsistente dei giocatori. Parecchi i cori per convincere mister Giampaolo a restare tra le cento torri.

La curva non in vena, quale occasione migliore per ribadire l'odio contro le forze dell'ordine? Tantissimi cori contro i blu, altrettanti per i diffidati (in tantissimi sulla collinetta), e anche qualche coro politico.

Il ricordo va anche al presidentissimo COSTANTINO ROZZI, in un giorno di festa, la sud non lo ha di certo dimenticato!

L'inno Italiano cantato da tutto lo stadio, il segno tangibile del rispetto tra le 2 tifoserie. Non c' la tradizionale invasione di campo, tutti vogliono evitare il rischio diffida inutile.

Al fischio finale, tripudio di applausi e vari giri di campo per la squadra. Da segnalare un jet privato che arrivato a pochissimi metri dal Del Duca, causando stupore sugli spalti!

Al centro della Sud l'ormai classico TUTTI DIFFIDATI...NESSUN ARRESO! Mentre ci sono tutti gli altri striscioni principali tranne ASCOLI PICENO e ARDITI. Per quanto riguarda gli striscioni cartacei, ve n'era uno per l'allenatore, a firma AP ULTRAS.

Tutto cio stato il preludio alla festa salvezza che si consumata tra le vie del centro, tra bandiere, torciate, fumogenate e fiumi di alcol!

Webmaster

Home --> Tiforeport --> 2005/06 --> Ascoli-Lazio