La storia Ultras a Parma inizia negli anni '70 quando sulla curva Crociata compaiono i primi gruppi organizzati: PANTHERS, ULTRAS e PIRATI. Più tardi nel 1977(serie C) nascono a Parma i BOYS, gruppo importantissimo nell'economia della curva gialloblu e l'anno successivo appaiono i CRUSADER ULTRAS. Il binomio BOYS-CRUSADER porta avanti la curva seppur con visione politica differente (sinistroidi i BOYS e tendenti a destra i CRUSADER). Allo stadio però non ci sono ROSSI e NERI ma solo GIALLOBLU e col passare degli anni, anche con 2 striscioni differenti, i gruppi cominciano ad amalgamarsi fino a divenire un unico nucleo. L'unione sempre + forte porta la tifoseria a riconoscersi sotto un unico vessillo nel 1991, quando, abbandonate le vecchie pezze, si sceglie la dicitura BOYS per identificarsi.

I BOYS sono tutt'ora a capo della curva Parmense. Anche se si dichiarano apolitici, molti li danno vicini agli ambienti della sinistra. L'impatto a livello coreografico è davvero stupendo: bandieroni e bandierine sventolano continuamente e gli stendardi sono di ottima fattura. Molto impegnati nella lotta Ultras e nelle problematiche comuni, hanno creato uno zoccolo duro, seppur numericamente limitato, di grande mentalità e coerenza. Come già detto le presenze, soprattutto in trasferta, non sono eccezionali e l'apporto canoro ne risente.

Con noi nessun rapporto particolare, indifferenza e rispetto reciproco, nessun coro ostile.

ULTIMA REVISIONE: OTTOBRE 2006

Home --> Avversari --> Parma