La tifoseria Cagliaritana si è sempre distinta in ambito nazionale per il proprio stile e modo di essere, differente da tutte le altre tifoserie convenzionali. Il loro modo di compattarsi dietro il proprio striscione è celeberimmo. Da anni coltivano la filosofia del "pochi ma buoni", dichiarandosi contrari ad ogni forma di pubblicità (internet per esempio) e criticando gli ultras moderni, poco fedeli ai principi iniziali del movimento.

La loro collocazione geografica fa si che i propri numeri non siano eccelsi, visto che ogni trasferta, fatta rigorosamente tra traghetti e mezzi terrestri, si trasforma in un'odissea facilmente immaginabile. Onore a chi decide di sostenere la squadra in questo modo e con tale passione.

In casa, il tifo è davvero potente anche se la curva non è proprio tra le più colorate.

Cerchiamo di ripercorrere la storia della Curva Sud di Cagliari citando, in ordine cronologico i nomi più importanti: Fossa Ultrà, Commando Ultrà Young Supporters (CUYS), Eagles, Ultrà Cagliari Curva Nord (UCCN), Crazy Boys, Panthers, Rebels, Miserabili, I Welt Schmerz, Bunker Skin, Vecchie Facce e Furiosi.

Attualmente il gruppo leader, nonchè unico rimasto, è quello degli SCONVOLTS 1987, tra i primi a sostenere la battaglia per i diffidati. La curva è in mano a loro dopo l'eliminazione forzata dei FURIOSI, che comportò oltre 50 divieti qualche anno fa.

Il gruppo segue una linea apolitica, tantissime le rivalità nella penisola tricolore. Sempre attivi dal punto di vista fisico, come non citare l'ingresso nella curva Sud di San Siro dopo il furto di uno striscione da parte dei rossoneri? Come dimenticare gli scontri con gli Anconetani e l'invasione del porto all'attesa dei dorici nella gara di ritorno? Certamente una tifoseria da conoscere e ammirare.

Home --> Avversari --> Cagliari